Farina di segale e capelli splendenti in modo naturale

20.6. 2019Markéta Vaculíková554x

La segale è un cereale di montagna, ricco di proprietà nutritive, depurative e antiossidanti. La farina integrale di segale contiene fibre vitali per la nostra flora intestinale, sali minerali, vitamine del gruppo B, vitamina E, carboidrati, proteine e amminoacidi essenziali tra cui la lisina. 

La farina di segale è presente nella nostra alimentazione da secoli. I prodotti che conosciamo bene sono un ottimo pane nero, grissini e cracker ma anche un importante ingrediente per la panificazione, il lievito madre

Ma se vi dico che io la uso per lavarmi i miei capelli? 

Non ci credete? Continuate a leggere 🙂

Ho sempre avuto i capelli grassi. Nel passato mi bastava lavarli una volta alla settimana ed usare un normale shampoo dal supermercato ma invecchiando avevo bisogno di lavarmeli sempre più spesso ed usare gli shampoo sempre più specifici e più costosi. 

Inoltre con il tempo il mio cuoio capelluto è diventato talmente sensibile che non sopportavo più quasi nessun tipo di prodotto commerciale. Dopo ogni lavaggio mi veniva un prurito e capelli ancora più grassi con la tendenza di cadere.

Cercavo delle alternative più naturali e biologiche ma non funzionava niente.

Solo l’anno scorso sono riuscita a risolvere il problema dell’ipersensibilità. Ho provato il metodo “no poo” e ora mi lavo i miei capelli con la semplicissima farina di segale.

Esiste un metodo chiamato NO POO (no shampoo) e vuol dire lavarsi capelli senza utilizzare lo shampoo.

Il risultato è stato sorprendente fin dal primo lavaggio e finora mi trovo molto bene. Il fastidioso prurito è passato, i capelli non mi cadono più, sono belli e leggeri.

Cosa serve

Prima di tutto dobbiamo procurarci della farina di segale bianca, possibilmente non integrale. La farina non deve essere nemmeno di nessun altro tipo di cereale (non di grano, farro, avena) ma esclusivamente di segale.

Non integrale, perché la farina integrale contiene tutta la parte del chicco, anche la parte esterna che purtroppo si attacca facilmente sui capelli e il risultato dopo il lavaggio sarebbe avere capelli pieni di crusca di segale.**

Come si fa

Prima di iniziare a lavarmi i capelli, mi preparo la miscela. In un piccolo contenitore (io uso una ciottola da gelato) unisco una manciata di farina di segale con dell’acqua tiepida. La quantità della farina dipende dalla quantità e lunghezza dei capelli, se avete capelli molto folti o molto lunghi aggiungete un’altra manciata. 

Ottengo una crema abbastanza liquida ma non troppo per poterla spalmare sui miei capelli e il cuoio capelluto. Mi bagno i capelli e li cospargo con la mia miscela. Se risulta troppo secca sui capelli, mi bagno ancora un po’ i capelli per rendere la miscela più fluida.

Massaggio bene la testa per qualche minuto e sciacquo con l’acqua tiepida come un normale shampoo. Faccio attenzione anche alle orecchie e il collo per non lasciarci i residui della farina. 

Quando mi sono sciacquata i capelli dalla farina, avvolgo la testa in un asciugamano e con uno spruzzo d’acqua passo anche la vasca.

E’ molto probabile che anche la vasca si sporchi dalla farina, sciacquatela subito, andrà via senza problemi. Dopo potreste fare più fatica per togliere i residui incrostati.

Zero waste dall’inizio alla fine

La farina di segale possiamo acquistare nei negozi di prodotti sfusi utilizzando i nostri sacchetti di stoffa o barattoli oppure direttamente dal produttore.

Visto che stiamo parlando di un ingrediente naturale e al 100% biodegradabile, possiamo raccogliere anche l’acqua di risciacquo per riutilizzarla altrove.

Quando mi sciacquo i capelli (me li lavo nella vasca piegata in avanti), sotto la testa metto una bacinella e raccolgo tutta l’acqua di risciacquo. 

Lo faccio per due motivi:

  • Non voglio intasare i tubi di scarico di casa mia
  • L’acqua è un bene prezioso che cerco di non sprecare. Se avete la possibilità, fatela ritornare in natura. Potete versarla sul compost del vostro giardino o innaffiare le piante e fiori del vostro balcone o giardino.

Metodo naturale che funziona davvero.

Viva la farina di segale!

Lavarsi capelli con delle farine non è l’unica soluzione sostenibile allo shampoo tradizionale commerciale. Se siete interessati a conoscere altre alternative al vostro shampoo e bagno doccia, vi potrebbe essere d’aiuto anche il mio e-book I primi passi.

** Se non riuscite a trovare la farina di segale bianca, non disperatevi! Potete utilizzare anche quella integrale, funziona ugualmente, c’è soltanto un accorgimento in più. Dopo il lavaggio bisogna asciugare i vostri capelli soffiando con il fono e spazzolandoli bene per far andare via tutta la crusca rimanente.

 

Markéta Vaculíková
"Sono una mamma e un'amante della natura. Direttamente da casa mia, attraverso le mie scelte quotidiane e gli acquisti consapevoli proteggo e difendo il nostro fragile ambiente." La mia storia potete leggere qui >>